GPS nel Pallone

By Gpsinfo - Posted on 22 December 2010 - 17:57

Gpsinfo calcio allenamento GPSCalcio, GPS e accelerometri per valutare la capacità di prestazione di un giocatore e i livelli di fatica, uno studio del Newcastle United Football Club condotto dal dottorando Richard Akenhead ha come obbiettivo di ottenere i dati in tempo reale sullo stato di allenamento e delle sollecitazioni fisiche possiamo monitorare la velocità dei giocatori durante l’attività, così come la distanza e la direzione,il tipo e la durata degli esercizi, sia durante l’allenamento che durante le partite e le conseguenze sulla capacità di uno sforzo successivo.La ricerca è stata avviata per avere un miglioramento nelle prestazioni dei giocatori al Newcastle United, ma potrà essere estesa ai campionati di calcio di tutto il mondo.Queste attività di ricerca hanno una reale applicazione nello sport a livello mondiale e serviranno a produrre risultati e e conoscenze sull’interazione ottimale tra livelli di carico e di recupero. Grazie al GPS ed accelerometri  si potrà così evitare il sovrallenamento, nonché la riduzione delle prestazioni e una riduzione del rischio di lesioni ad esso associate. Nella Foto possiamo vedere il tracciato GPS dei movimenti eseguiti da un giocatore durante la seduta di allenamento. E' possibile distinguere il percorso compiuto durante i diversi giri di campo eseguiti durante gli esercizi di corsa. Nella zona di centrocampo, si nota la fase di esercizi per l'allungamento muscolare. Infine, una densa attività nella zona relativa alla partitella finale.Questo tracciato fornito da GPS e accelerometri contiene dati ed informazioni utili per l'analisi a posteriori. Si può capire se c’è un giocatore che corre il rischio di infortunio in una partita successiva perché in generale, si possono vedere due cose: una è che il loro livello di lavoro diminuisce in allenamento e la seconda è che il loro “carico” aumenta. In altre parole, i loro piedi rimangono sul terreno più tempo quando corrono. Quando ci si sente bene e attivi si sta di più sulle dita dei piedi. Altrimenti si poggia di più sui talloni. GPS e accelerometri  possono aiutarci a prevedere quando i giocatori sono in situazioni pericolose