Come proteggere un adolescente.

By Gpsinfo - Posted on 04 December 2010 - 18:58

gpsinfo ricerche rapitiNel rapimento di un adolescente la variabile “tempo” è un fattore determinante e di grande criticità. Sarebbe facile demagogia sostenere che con un tracker GPS si potrebbe avere  uno strumento decisivo per risolvere il problema, purtroppo anche se ad oggi sisulta il migliore strumento disponibile di localizzazione la durata delle batterie in condizioni di tracking continuo non và oltre i due giorni mentre diluendo la frequenza di tracking si perde di molto la precisione e la diffusione di questi apparati è motlto bassa.
Alla presa di un ostaggio e necessario agire con una risposta immediata ma anche e soprattutto attivare e coordinare senza perdere tempo prezioso i servizi sul territorio.
Lo strumento piu efficace è un’azione immediata e mirata: le ricerche, infatti, dimostrano come quanto più è tempestivo l’avvio delle ricerche, tanto più è possibile ottenere un esito positivo, mentre il trascorrere del tempo contribuisce in maniera drammatica per fare perdere le tracce.
A oggi lo stumento più efficate di indagine per ricostruire il percorso risultano le tracce 'lasciate' dal telefonino che si sono rivelati i piu utili strumenti per indirizzare le ricerche.
Questi dati sono resi disponibili con molto ritardo e non sono disponibili in tempo reale ai ricercatori.
Per i casi di rapimento noi di GPSINFO ci facciamo promotori di un iniziativa per creare un infrastruttura per rendere disponibili i tracciati delle celle agganciate dal cellullare in tempo reale alle forze dell'ordine!
Oggi questi dati non sono accessibili per comprensibili problemi di privacy ma è assolutamente indispensabile rimuovere tale protezione per i casi estremi. In ogni caso oggi possiamo aiutarci con la tecnologia GPS impiegando un dispositivo traker che consente la localizzazione a distanza, anche se è assolutamnete necessario mantenerlo periodicamente carico perchè sia efficace.