Info Pneumatici Invernali.

By Gpsinfo - Posted on 03 December 2010 - 22:12

Pneumatici invernali, da neve o termici
Gpsinfo sottolinea che gli pneumatici idonei alla marcia su neve (invernali o termici) sono contraddistinti dalla marcatura M+S ovvero MS, M/S, M-S, M&S posta sul fianco del pneumatico stesso spesso affiancata dal logo del cristallo di neve dentro la sagoma di un monte. Da qualche anno ci sono anche i runflat invernali (riconoscibili dalla sigla RFT) che aggiungono un’altra potenziale sicurezza: quella di non dover cambiare il pneumatico forato in potenziali condizioni climatiche sfavorevoli e critiche per la sicurezza. Gpsinfo segnala che la scelta di quando effettuare il montaggio varia in considerazione di molteplici variabili e di quali condizioni climatiche si possono incontrare nel corso della stagione invernale come: località geografica, tipologia di strade da percorrere ecc.. In funzione di tutto ciò, il periodo di più idoneo utilizzo di questi pneumatici va da ottobre a marzo ed in alcune zone è fatto obbligo l'impiego di pneumatici invernali durante periodi determinati.
Le differenze di prestazioni sono molto evidenti essendo gli pneumatici invernali progettati e costruiti per dare, globalmente, il meglio delle loro prestazioni nelle condizioni atmosferiche più critiche basse temperature, asfalto umido, bagnato ed innevato mentre i pneumatici standard offrono un compromesso migliore nelle condizioni di impiego normale.

Gpsinfo ricorda che con gli pneumatici invernali si puo viaggiare alla stessa velocità di quelli normali, in funzione delle condizioni della strada.Gli pneumatici invernali montati possono peraltro avere un codice di velocità (massima) inferiore a quello previsto per il veicolo, e comunque non inferiore a Q=160 km/h. Tale indicazione va posta all'interno, in posizione ben visibile dal conducente.
Gli pneumatici invernali devono essere gonfiati alla stessa pressione di quelli normali. La verifica va sempre fatta "a freddo" nelle condizioni ambientali specifiche, rispettando in ogni caso le prescrizioni del Costruttore del veicolo.
Gli pneumatici invernali sono progettati e realizzati per reagire attivamente non solo quando l'asfalto è innevato, ma anche quando è bagnato e, in condizioni di asciutto, quando la temperatura esterna è bassa e, in caso di pioggia o neve si comporta come uno pneumatico notevolmente drenante, capace di drenare l'80% di acqua in più rispetto a quello normale.
Per avere un comportamento ottimale del veicolo in termini di stabilità e prestazioni, è sempre raccomandato l'equipaggiamento con quattro pneumatici invernali. A temperatue inferiori ai 7° C si iniziano a percepire fattivamente i benefici ed ovviamente, in maniera decisiva in caso di l'asfalto innevato. I pneumatici chiodati sono adottabili quando il fondo stradale è ghiacciato, con ghiaccio stratificato tra 0° e 4° C (esempio paesi scandinavi). Pneumatici invernali e pneumatici normali muniti di catene sono sempre due soluzioni equivalenti ed alternative infatti L'articolo 122 del regolamento del codice della strada sancisce inequivocabilmente l'equivalenza delle due soluzioni.
Va comunque rilevato che l'utilizzo di pneumatici invernali garantisce condizioni di mobilità e di praticità superiori rispetto alle catene: per le catene sono infatti previste limitazioni sia in termini di equipaggiamento (non su tutti i veicoli si possono montare) che di velocità (velocità massima di utilizzo 50 km/h), oltre al fatto che il loro utilizzo è strettamente legato alla presenza di neve sulla superficie stradale.
Se sulla carta di circolazione dell'auto sono riportate misure specifiche per gli pneumatici invernali e per gli pneumatici normali, sono da considerarsi un consiglio, anche perché, quando indicati esplicitamente sulla carta di circolazione sono di sezione più stretta e con codice di velocità inferiore agli pneumatici estivi. Nulla vieta di adottare pneumatici invernali di misura, indice di carico e codice di velocità in linea con le misure riportate per gli pneumatici estivi. Qualora non dovessero essere disponibili nel codice di velocità riportato sulla carta di circolazione, il codice di velocità può essere ridotto fino a Q a patto che sia applicato in maniera visibile sul cruscotto l'adesivo riportante la limitazione del codice di velocità applicato.
Per garantire la massima presa dello pneumatico e ridurre la possibilità di pattinare su neve o acqua è consigliabile montare pneumatici che abbiano la minor impronta trasversale possibile, ovvero più stretti per contro una gomma di dimensioni inferiori può aumentare gli spazi d'arresto su fondi non innevati. Gpsinfo rileva che spesso chi possiede una 4x4, specialmente un grosso Suv non crede che quando manca aderenza, anche le quattro ruote motrici devono arrendersi, e in presenza di salite, l'auto “slitta” sulle quattro ruote e non si avanza. Ma non solo... in mancanza di  aderenza, quando si procede in discesa, tanto più è pesante l'auto, tanto più tenderà a scivolare. La sicurezza viene meno, e l'utilizzo di pneumatici invernali  si rivela fondamentale.